Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Può conoscere tutti i dettagli sul nostro adeguamento GDPR e Cookies consultando la nostra privacy policy.
Ok

.

Azienda Agricola Brezza

Azienda Agricola Brezza

VDL Wine mag 22, 2020 Wine, Restaurant & Passion 0 Comments

L’Azienda Agricola Brezza proprietaria di vigneti in Barolo già dal 1885 prese il nome da Giacomo Brezza il quale per primo insieme al padre Antonio intorno al 1910 mise il vino in bottiglia.

Situata a pochi passi dal centro del piccolo comune di Barolo si trova immersa nei vigneti come anche l’adiacente Ristorante e Albergo anch’esso della famiglia.

 

Attualmente l’Azienda è condotta in agricoltura biologica certificata dalla quarta generazione. Fautori della tradizione, loro sono persuasi che oggi il miglior modo di rispettarne lo spirito consista nel non chiudere aprioristicamente la porta all’innovazione, soprattutto se questa ci consente di meglio tutelare ed esaltare la tipicità dei vini di Langa, le caratteristiche delle uve e dei diversi terroir di provenienza.

 

La filosofia aziendale consiste nel produrre vini monovitigno curando al meglio il vigneto con opportune potature e accurati diradamenti. Pratichano l’uso del sovescio e del compostaggio che esaltano la vitalità del terreno e utilizziano macchinari leggeri che riducono il compattamento e il consumo di carburante. Tale cura meticolosa per le viti, con opportune potature, le ha conservate in ottima salute tanto che alcuni ceppi hanno raggiunto la veneranda età di 70 anni.

Con la vendemmia manuale, effettuata con estrema attenzione, cerchano di raccogliere uve al giusto grado di maturità. In esse infatti ritrovanno poi tutta l’armonia e l’equilibrio di un grande vino. In cantina cerchano poi di accompagnare questa qualità sino alla bottiglia. Loro lavorano con mano leggera, controllo delle temperature e fermentazioni spontanee. L’affinamento per i vini che lo necessitano è tradizionale, in grande botte di rovere di slavonia, con le doghe piegate a fuoco ma non tostate.

I vini che si affinano in legno non vengono né filtrati né chiarificati.

 

 

TAPPO IN VETRO

Dieci anni fa loro hanno deciso di utilizzare per la chiusura di un quantitativo importante delle loro bottiglie un innovativo tappo in vetro che fornisce, a loro giudizio, maggiori garanzie nel rispetto delle caratteristiche tipiche dei suoi vini.

Lascia la tua risposta

*
**Non pubblicata
*Site url with http://
*