Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Può conoscere tutti i dettagli sul nostro adeguamento GDPR e Cookies consultando la nostra privacy policy.
Ok

.

Cappellano 'Ab Normal' Vino Rosso

Cappellano 'Ab Normal' Vino Rosso

VDL Wine mag 21, 2018 Wine, Restaurant & Passion 0 Comments

Che cade un po 'al di fuori della normale progressione delle annate di un particolare coltivatore. Questi potrebbero venire a causa di un'annata estrema, uno strano sviluppo durante la vinificazione o l'elevazione, o qualcosa di completamente fuori dal regno del normale corso del lavoro di cantina. Nella primavera del 2016, verrà rilasciata una piccola quantità di una di queste anomalie, dalla cantina di Augusto Cappellano. Il vino è stato in realtà vinificato da suo padre, il compianto Teobaldo Cappellano, come viene dalla classica annata del 2004. Il vino stesso è in qualche modo insolito per cominciare, come è originato da vecchie viti Barbera trovate nel cuore del famoso vigneto Gabutti a Barolo. I suoi vicini lo hanno interrogato per anni sull'esistenza di questi vitigni in un terroir di Nebbiolo così prezioso, tuttavia Augusto ritiene che Barbera sia ugualmente a suo agio in questo ambiente e abbia lasciato che le viti continuassero a produrre. L'attuale uscita della Barbera d'Alba "Gabutti" è il 2011, tuttavia la primavera uscirà con questo piccolo lotto del 2004 ad accompagnarlo. Il vino più vecchio non è mai stato in giro in bottiglia per tutto questo tempo; un barile da 1500 litri è stato lasciato pieno della Barbera dell'annata 2004 per dieci anni sorprendenti, prima di essere messo in bottiglia nel 2015. Il regime di invecchiamento lo squalifica da qualsiasi norma di denominazione, quindi il vino perde il diritto di essere chiamato Barbera d'Alba , o persino portare una designazione vintage per quella materia. Per avere un nome, Augusto ha fatto riferimento al classico film di Mel Brooks "Young Frankenstein" e al cervello anormale che ha avuto un ruolo fondamentale in quel film. Il personaggio Igor fornisce erroneamente al Dr. Frankenstein un cervello che crede appartenga a "Abby Normal", non rendendosi conto che in realtà è un cervello "Anormale", da non utilizzare. Il nome del vino è quindi "AB Normal" in un sottile strizzatina d'occhio a questa scena. "

Lascia la tua risposta

*
**Non pubblicata
*Site url with http://
*